Akira di Katsuhiro Otomo (Glénat Italia, 38 numeri; Marvel Italia, in pubblicazione)
Favola apocalittica, in bilico tra l'avventura, le disumane storie di esperimenti su esseri viventi e gli intenti pedagogici. Un bel manga che ha fatto parlare in occidente più per l'anime movie, ben realizzato ma alquanto insapore. Tutta la vicenda ruota attorno all'enigmatico Akira, la più micidiale arma di distruzione che l'uomo abbia creato. Josh-giudizio: 4 stelle

Ali d'argento di Ayumi Tachihara (Planet Manga, volume unico)
Gli ultimi giorni di un kamikaze prima del suo ultimo volo. Da restare senza fiato, senza pensieri, senza parole. Indubitabilmente uno dei manga più belli mai arrivati in Italia. L'unico, insieme ad Adolf, che possa leggere anche il più acerrimo e razzista nemico del fumetto nipponico. E magari cambiare idea all'istante. Kumagoro-giudizio: 5 stelle

Alita di Yukito Kishiro (Planet Manga, 18 numeri)
L'eroina di fine millennio? La risposta ai nostri quesiti esistenziali? Una storia post-cyber magistralmente diretta? Alita è tutto questo e molto altro ancora. Un fumetto che evoca Schopenhauer, Nietzsche e Goethe in maniera naturale e "visiva", senza infilare a viva forza estratti citazionisti esibiti come trofei culturali. Un manga in cui si possono sentire risuonare i Carmina Burana direttamente dalla pagina scritta. E dove il silenzio diventa a tratti tangibile e pregnante. Un'opera capace di toccare in egual misura il cuore e la mente, e che rende partecipi entrambi gli emisferi cerebrali… Uno dei massimi capolavori del Giappone dei '90. Kumagoro-giudizio: 5 stelle

Appleseed di Masamune Shirow (Star Comics, 4 volumi)
La bella Deunan e il suo amante-cyborg Briareos si muovono per un futuro in cui è avvenuto un grande conflitto che ha trasformato la società come noi lo conosciamo. Per una volta tanto non sono state utilizzate le armi nucleari e la Terra, divisa in grandi nazioni, è ancora un posto vivibilissimo. Armature, cyborg e un'eroina che sa farsi amare, in un fumetto di Shirow tutto sommato abbastanza comprensibile e lineare. Josh-giudizio: 3 stelle

Berserk di Kentaro Miura (Planet Manga, in pubblicazione)
Un fumetto che parte in sordina, con un disegno abbastanza sporco e il solito antieroe cattivo e incazzato. Dopo qualche volumetto inizia un lungo flashback che racconta del passato di Gatsu, il nostro ombroso protagonista: e qui, signori, i disegni e la storia diventano quanto di più interessante e avvincente ci abbia regalato il mercato dei manga. Josh-giudizio: 5 stelle

Black Jack di Osamu Tezuka (Comic Art, in pubblicazione)
Vecchio personaggio del padre dei manga, Tezuka, Black Jack è il dottore espulso dalla categoria dei medici al quale riescono operazioni impossibili, strapagato e cinico, ma dal grande cuore. Attenzione: non è un'avventura parastatale, una storia di mutua e di malasanità. E' un fumetto che, tra le altre cose, verte sui pregiudizi della società e sulle possibilità dell'uomo nelle relazioni con i suoi simili. A qualcuno potrebbe risultare indigesto il tratto un po' datato. Josh-giudizio: 5 stelle

Crying Freeman di Kazuo Koike e Ryoichi Ikegami (Granata Press, 17 numeri)
Il "Killer Piangente", un giapponese nella mafia cinese. Addestrato controvoglia all'omicidio, il riflesso condizionato lo porta a versare lacrime dopo ogni suo delitto. Lacrime di coccodrillo? Probabile, vista la determinazione con la quale riesce a risollevare le sorti della sua famiglia mafiosa e a sgominare gang in lungo e in largo. Josh-giudizio: 4 stelle

Dark Angel di Kia Asamiya (Planet Manga, in pubblicazione)
Un fantasy che parte forse con troppe pretese. O forse è anche un bel fumetto ma l'estrema lentezza con la quale l'autore lo sta portando avanti si fa sentire nella trama non troppo lineare e omogenea. Sono le avventure di Dark, il gensei di una delle (quante?) nazioni in cui è divisa la Terra nel suo peregrinare verso la nazione centrale, tra scontri, insegnamenti di vita e una crescita interiore. Che dire? Mah… Josh-giudizio: 2 stelle

Detective Conan di Gosho Aoyama (Comic Art, in pubblicazione)
Shinichi è un ragazzo iscritto al secondo anno della scuola superiore. Ma non è uno dei tanti: è forse il miglior detective per capacità deduttive che il mondo ha visto nascere dopo Sherlock Holmes. Un giorno, durante un'indagine, una misteriosa organizzazione gli fa respirare un gas che lo fa regredire fisicamente all'età di un bimbo delle elementari. Il suo intelletto e le sue capacità sono però le stesse… e Shinichi inizia quindi a risolvere i suoi casi in un modo alquanto particolare. Un fumetto ben disegnato, con delle trame leggere ma comunque appassionanti e con un lungo filo conduttore che collega gli episodi. Da provare. Josh-giudizio: 3 stelle

Devilman di Go Nagai (Dynamic Italia, 3 volumi)
Akira Fudo, l'uomo-diavolo a metà strada tra il mondo corrotto degli uomini e quello puro e primordiale dei demoni, è l'eroe nagaiano per eccellenza. Scordatevi la versione edulcorata dei vecchi cartoni: qui ci troviamo di fronte a uno dei fumetti più importanti della storia dei manga, contenente tutta la poetica visiva e concettuale del Vero Mito™. Destabilizzazione sociale, critica alla morale perbenista, poesia dell'eccesso, spietatezza narrativa, erotismo viscerale, trasgressione iconoclasta, e la più completa risposta sul perché Nagai abbia battezzato la sua casa editrice "Dynamic"… Sconsigliato ai deboli di cuore e a chi pensa che il fumetto sia una serie di bei disegni con del testo in mezzo. Consigliato a chi vuol saperne di più su "arte sequenziale" e distruzione dei valori comuni. Kumagoro-giudizio: 5 stelle

Dna2 di Masakazu Katsura (Star Comics, 7 numeri)
Dallo stesso autore di Video Girl Ai, la storia che tutti attendevano con trepidazione. E, infatti, il tratto è inconfondibile. Per il resto: un tenera e improbabile storia d'amore che viaggia tra "vomitoni" e "scoreggine" di imbarazzo da parte dei teneri e improbabili protagonisti e che finisce per diventare un improbabile manga fantascientifico all'insegna di improbabili combattimenti. Josh-giudizio: 2 stelle

Dragon Quest - L'emblema di Roto di Riku Sanjo, Koji Inada e Yuji Hori (Star Comics, in pubblicazione)
Un fantasy classico con stregoni, mostri, eroi e belle fanciulle, anche se non sempre indifese. Un disegno pulito ed abbastanza essenziale, una storia che scorre via liscia e veloce. Narra delle peripezie del discendente della casa dei Roto che lotta per ricostituire il suo regno contro le forze del male. Josh-giudizio: 3 stelle

Eat-Man di Akihito Yoshitomi (Planet Manga, in pubblicazione)
Bolt Crank è forse il migliore di tutti gli avventurieri. Di sicuro è il più strano ed enigmatico (anche se molti indizi sulla sua natura vengono disseminati). Bello il disegno, all'inizio un po' deludente visti i brevi episodi che non permettevano un processo di identificazione completo. Con l'allungarsi e il collegarsi degli archi narrativi il titolo ne ha guadagnato. Josh-giudizio: 3 stelle

Elementalors di Takeshi Okazaki (Planet Manga, 7 numeri)
Gli spiriti delle varie materie sono impersonificati dagli Elementalors, e da che mondo è mondo si sono sempre combattuti per costruire una nuova Utopia. Kagura è il ragazzo coinvolto in questa storia di guerre senza tempo e giocherà un ruolo fondamentale in questo scontro. Ottimi disegni, che peggiorano tuttavia con gli ultimi numeri. Una narrazione abbastanza semplice e non particolarmente avvincente. Josh-giudizio: 2 stelle

Gon di Masashi Tanaka (Star Comics, 4 volumi e 1 numero speciale a colori)
Il trionfo del fumetto come arte visiva. Masashi Tanaka ci mostra squarci della vita di Gon, il piccolo e terribile dinosauro che si aggira tra le varie specie che compongono la fauna terrestre, "socializzando" con tutte (be', forse socializzare non è proprio il termine adatto…). Non definirlo un capolavoro metterebbe in seria difficoltà appellare in cotal maniera qualsiasi altro fumetto. Josh-giudizio: 5 stelle

Guyver di Takaya Yoshiki (Star Comics, in pubblicazione)
Le bioarmature di Guyver in lotta contro una razza malvagia che vuole conquistare il mondo. Detta così sembra una cazzata. Invece non è poi malaccio. I disegni non sono niente male. Josh-giudizio: 3 stelle

Horobi di Yoshihisa Tagami (Granata Press, 15 numeri)
Forse definirlo metafisico sarebbe un po' troppo. Però, sicuramente, ci avviciniamo: l'argomento è un tragico confronto tra fratelli, il bene ed il male, Dio e Demonio, il leader dei Satori e il dio della distruzione Horobi. Josh-giudizio: 5 stelle

L'immortale di Hiroaki Samura (Comic Art, volumi in pubblicazione)
Giappone medievale: un giovane samurai ha ricevuto il dono dell'immortalità. Che questo sia per lui un bene o un male è tutt'altro che scontato. Per espiare le sue colpe deve uccidere. E allora tanto vale farlo per una buona causa, come aiutare una ragazzina a compiere la sua vendetta. Josh-giudizio: 4 stelle

Lamù di Rumiko Takahashi (Star Comics, in pubblicazione)
Confusione, casino, situazioni paradossali e impossibili, divertimento sfrenato, tenerezza, voglia di fare sesso inappagata e incoscienza totale. Il tutto magari condensato in una o due tavole. Questo è l'esplosivo fumetto di Lamù, straordinaria intuizione della regina del manga, Rumiko Takahashi, che ha inaugurato un genere tanto imitato ma in pochissimi casi eguagliato. Josh-giudizio: 4 stelle

Macross 7 Trash di Haruhiko Mikimoto (Planet Manga, in pubblicazione)
Ennesimo capitolo della fortuna serie di Macross. Siamo nel 2046 e l'attenzione è concentrata sul mondo che si muove attorno Shiba Mido, un giovane campione di Tornado Crush, sorta di futuristico sport alla rollerblade che sforna idoli delle folle. E naturalmente anche stavolta la musica ha il suo ruolo importante: c'è un concorso per trovare la nuova Lynn Minmay e pare proprio che un'amica del nostro protagonista giochi un ruolo da favorita. Intrigo, suspense e tanta azione, ma lasciando il giusto spazio ai sentimenti. Josh-giudizio: 3 stelle

Maison Ikkoku di Rumiko Takahashi (Star Comics, in pubblicazione)
In questo manga non troverete eroine e robot giganti, né mutanti o scenari apocalittici, ragazze dello spazio o magici mutaforma. Solo piccole persone, e piccole vite. Una Casa che ha visto tempi migliori, una cara dolce vedova che sta cercando un senso al suo futuro, uno studente universitario che se ne innamora perdutamente, la gente attorno a loro, la città attorno alla gente… Un solo attimo lungo sette anni. Se cercate un fumetto che parli della vita, di quella vera, leggete il manga di Maison Ikkoku (e se poi volete anche viverla, guardate l'anime! :P). Kumagoro-giudizio: 5 stelle

Memorie di Katsuhiro Otomo (Star Comics, volume unico)
Otomo ci presenta una decina di storie brevi che riassumono la sua carriera di sceneggiatore e disegnatore tra il 1977 e il 1982. Noi lo abbiamo conosciuto con Akira…ma qui siamo su un altro piano d'esistenza. Josh-giudizio: 5 stelle

Mikami - Agenzia acchiappafantasmi di Takashi Shiina (Star Comics, in pubblicazione)
Un ragazzo sfortunato che perde la testa per le donne e soprattutto per la titolare di un'agenzia acchiappafantasmi, viene da questa incastrato e messo a lavorare al suo servizio per una miseria. Nell'evoluzione della serie entra un ricco cast di comprimari tra i quali un'adorabile e ingenua fantasmella. Josh-giudizio: 3 stelle

Nausicaa di Hayao Miyazaki (Granata Press, 23 numeri)
Affresco di un mondo postatomico, nel quale gli uomini sopravvivono fra le difficoltà di una natura divenuta ostile, mentre un cambiamento epocale sta per verificarsi. Fondamentale, ma purtroppo ormai difficilmente reperibile. Upanisad-giudizio: 5 stelle

Oh, mia dea! di Kosuke Fujishima (Star Comics, in pubblicazione)
Sbagliare numero e trovarsi a dialogare con un'agenzia che fornisce dee per la soddisfazione dei propri desideri?! Quel sentimentalone di Keiici… anziché soddisfare chissà quali pulsioni adolescenziali chiede alla meravigliosa dea Belldandy di passare la vita con lui. Tenero e divertente manga che merita per lo meno di essere provato. Josh-giudizio: 4 stelle

Orange Road di Izumi Matsumoto (Star Comics, 25 numeri)
La più classica delle commedie adolescenziali, nella più classica delle forme. Il triangolo fra tre liceali, tra tentativi di crescere e tanta voglia di restare immobili in un'estate eterna. Sorrisi, tenerezza e malinconia, e uno dei personaggi più amati e affascinanti del mondo manganime: Madoka Ayukawa. Ma non lasciatevi ingannare dalla superficie: sotto la pur adorabile scorza del tormentone sentimentale, si cela il succo dello spirito dell'eternità. Kumagoro-giudizio: 4 stelle

Orion di Masamune Shirow (Star Comics, 2 volumi)
Magia e tecnologia, per una storia di Shirow che molti non hanno scrupoli a definire incomprensibile. Come da presentazione: "Alcuni esperti di rituali Naga Dragoni cercano con ogni mezzo di limitare il potere del karma negativo per salvare l'Impero Galattico, in cui è previsto l'avvento di una divinità malvagia". Se pensate di non aver capito nulla, provate a leggerla… Un po' di senso criptico ci può stare, ma forse qui si è esagerato. Josh-giudizio: 2 stelle

Outlanders di Johji Manabe (Granata Press, 12 numeri)
Una storia di fantascienza di Manabe. E questo significa quel pittoresco affresco di un universo dove ogni taverna è un crocevia di razze, di musiche, suoni e sapori dalle più svariate origini. Quevas, signore dell'Impero galattico Santovasku vuole annientare la razza umana. L'eroina di turno, la bionda sexy e "cornuta" Kahm, attraverso mille peripezie e in compagnia dello spaesato Tetsuya, si oppone ai diabolici piani dell'Imperatore (che è, fra l'altro, suo padre!). Una sublime commistione di avventura e sentimento, scontri epici e pathos, comico e tragico. Josh-giudizio: 4 stelle

Raika di Yu Terashima e Kamui Fujiwara (Comic Art, 4 volumi in pubblicazione)
Il ragazzo "pettinato dalla folgore", Raika, vive nel bosco con un eremita. Lui e due suoi compagni vengono coinvolti in un intrigo per spodestare la regina Iyo, e Raika s'innamora di lei. Un fumetto storico, veramente molto ben disegnato, ambientato nell'epoca pre-feudale, quando il Giappone era una colonia dell'impero cinese e non sapeva cosa fossero i cavalli. Combattimenti, vita quotidiana dell'epoca, sentimenti, suspense e azione… Un bel mix per gli amanti dell'avventura non fine a se stessa. Josh-giudizio: 4 stelle

Rough di Mitsuru Adachi (Star Comics, 14 numeri)
A dispetto del tema, abusato nei manga, dell'evoluzione di un rapporto sentimentale tra due giovani, ci troviamo di fronte ad un'opera matura ed intelligente, dal sapore vagheggiante ed intenso, studiatissima nella regia delle tavole e nel ritmo di scansione. Due adolescenti che si incontrano in piscina provengono da due famiglie rivali, entrambe produttrici di dolci. Leggerlo! Josh-giudizio: 5 stelle

Sanctuary di Sho Fumimura e Ryoichi Ikegami (Granata Press, incompleto)
Che storia può mai disegnarci Ikegami, ottenendo successo e plausi? Ma quella di un killer della yakuza, ovviamente! Federico Colpi nella presentazione del manga scrive che è stato importato in Italia perché presenta alcuni temi "quali il rapporto tra politica e mafia e l'incapacità del governo di dare risposte soddisfacenti alle domande dei cittadini, che presentano molte affinità con il nostro paese". Un bel fumetto giapponese, come pochi se ne vedono. Josh-giudizio: 4 stelle

Sei in arresto di Kosuke Fujishima (Comic Art, 12 numeri)
Piccoli episodi comici hanno come protagoniste due poliziotte che affrontano quotidianamente il crimine. Nessun giallo e molte gag che l'autore di Oh, mia dea! non ci lesina, per una serie che non riesce a strappare più di qualche sorriso. Josh-giudizio: 2 stelle

Silent Möbius di Kia Asamiya (Planet Manga, in pubblicazione)
Una squadra speciale di polizia che opera a Tokyo nell'anno 2026. Cos'ha di tanto "speciale" questa squadra? Che non si occupa dei soliti crimini ma di affrontare le mostruose entità sovrannaturali che hanno deciso di invadere la Terra. Una serie molto ben costruita, costituita da serie di episodi che pongono al centro della scena, di volta in volta, i diversi affiliati alla squadra. Josh-giudizio: 4 stelle

Slayer di Kei Kusunoki (Planet Manga, in pubblicazione, attualmente sospeso)
Tratto e stilemi del fumetto shojo per un'autrice ben più tosta della media delle sue colleghe, che ha abbandonato fiori e svenevolezze per abbracciare il sangue e le ombre di un horror metafisico di splendida fattura. Gli oni di cui l'enigmatico e simbolico protagonista maschile va a caccia sono demoni mentali, peccati che affiorano, colpe represse, abissi interiori. Una vasta casistica di donne (giovani, adulte, anziane) divengono ora vittime, ora strumento, ora causa scatenante del male. Poetico, incisivo, angosciante. Kumagoro-giudizio: 4 stelle

La storia dei 3 Adolf di Osamu Tezuka (Hazard Edizioni, 5 volumi)
L'ultima opera del grande e compianto Osamu Tezuka. Un fumetto classificabile tra lo storico e il giallo fantapolitico, che racconta la vicenda di un giornalista giapponese di stanza nella Germania nazista al quale sono capitate per le mani le prove del più grande segreto di Adolf Hitler. Ovviamente l'intelligence nippo-tedesca farà di tutto per fermarlo. E altri due Adolf, l'uno ebreo e l'altro tedesco, intrecceranno la loro storia con la sua. Josh-giudizio: 5 stelle

Takeru di Buichi Terasawa (Star Comics, 4 numeri)
Un manga molto anomalo, tutto a colori, con delle lontane influenze steam punk, ambientato in una terra senza tempo e che vede come protagonista Takeru, una spia che conosce il potere delle parole, impegnata contro il malvagio di turno… Quando si può dire in modo azzeccato che ne uccide più la parola che la spada… Josh-giudizio: 3 stelle

Tokyo Killers di Matsuo Sekigawa e Jiro Taniguchi (Planet Manga, volume unico)
Forse dalla presentazione e dalla lussuosa edizione ci attendevamo qualcosina in più. Non è comunque da buttare questa serie di racconti urbani che narrano le gesta di una implacabile e infallibile killer a confronto con la realtà degradata del mondo e con il suo passato. Giocato tra l'esistenziale e il thriller, alla voluta ricerca dell'effetto cinematografico, l'opera scorre via abbastanza fluida, ma forse troppo monotona. E il primo episodio, serie di immagini accompagnate da pretenziosissime e retoricissime didascalie letterarie, è assolutamente insopportabile ai limiti dell'illeggibilità. Josh-giudizio: 2 stelle

Venus Wars di Yoshikazu Yasuhiko (Granata Press, 7 numeri)
Guerre sul pianeta Venere: l'uomo non esporta solo la civiltà ma anche le sue istituzioni, la sua politica e l'arma estrema di quest'ultima, la guerra. Mecha design affascinante e un po' caricaturale, volutamente forzato. Una bella storia e un bel fumetto di fantascienza. Josh-giudizio: 3 stelle

Video Girl Ai di Masakazu Katsura (Star Comics, 17 numeri)
Una storia d'amore dalle emozioni forti, che sa trasmettere stati d'animo profondi e veri. Un ragazzo vede uscire dal proprio televisore la ragazza che dovrebbe accondiscendere in toto i suoi desideri… ma lei è "difettosa" e gli sviluppi sono imprevedibili. Particolarmente consigliato a chi vuole far leggere qualcosa a una ragazza e far bella figura. Josh-giudizio: 5 stelle

X/1999 delle CLAMP (Ediperiodici, in pubblicazione)
Le prolifiche autrici giapponesi CLAMP ci offrono una storia coinvolgente e ricca di colpi di scena, arricchita da disegni spettacolari e ruotante attorno a uno scontro tra due bande di esper, che combattono a suon di colpi psionici sullo sfondo di un'avvincente sottotrama a base di destini del mondo e fantapolitica. Come recita la seconda di copertina, un buon "action-fantasy-esp" che non deluderà i palati più raffinati. Josh-giudizio: 4 stelle



Prossimamente sui migliori browser: Ranma 1/2 e Rumic World di Rumiko Takahashi, Bastard!! di Kazushi Hagiwara, Dr. Slump & Arale di Akira Toriyama, Slam Dunk di Takehiko Inoue. Gli shojo del momento: Proteggi la mia terra di Saki Hiwatari e Marmalade Boy di Wataru Yoshizumi. E ancora: Evangelion, Noritaka, Tenchi Muyo, Nadesico, Shoma, Fatal Fury… e molti altri! Stay Tuned!

inizio